• L'antibiogramma - un test di laboratorio

    L’antibiogramma (abbreviato con la sua sigla ABG ) è un test di laboratorio che permette di valutare la sensibilità di un microrganismo (rilevato per esempio su materiali biologici quali urina, liquido seminale, muco cervicale, ecc.) ai farmaci antimicrobici (antibiotici o antifungini).
     
    L'antibiogramma viene eseguito su vitro mettendo a contatto le colonie batteriche con i farmaci antibiotici. Un alone bianco che si formi attorno all'antibiotico è indice di sensibilità dei microrganismi al farmaco utilizzato. Se, al contrario, la crescita delle colonie batteriche non si arresta significa che il batterio è resistente all'antibiotico.

    Il germe potrà quindi essere definito:

    • sensibile (S)
    • resistente (R) o
    • sensibilità intermedia (I)

    L'antibiogramma determina la Concentrazione Minima Inibente (CMI)e la Concentrazione Minima Battericida (CMB) degli antibiotici. La CMI è la minima concentrazione di farmaco antibiotico che occorre per bloccare lo sviluppo dei microrganismi; la CMB è la concentrazione minima di farmaco antibiotico che occorre per uccidere le cellule batteriche. L'azione dei farmaci antibiotici può infatti essere di due tipi: batteriostatica o battericida. Viene definito batteriostatico un antibiotico che ha la capacità di bloccare la riproduzione batterica; un antibiotico è invece battericida se, trascorse 24 ore dal contatto in vitro, la sopravvivenza dei microrganismi è uguale o inferiore allo 0,01%.

    L'antibiogramma è consigliato ogni volta che ci si deve sottoporre ad una terapia antibiotica.

Lei

L'infertilità è definita come fallimento al concepimento di una coppia dopo almeno 12 mesi di rapporti regolari non protetti ma questo tempo andrebbe ridotto a 6 mesi se l’età della donna è più avanti della media. L’infertilità femminile presenta all’interno della coppia in una percentuale di casi sovrapponibile a quella delle cause maschili.

Le cause di infertilità femminile sono oggi, in parte, diverse rispetto al passato per numerose ragioni legate anche allo stile di vita come l’aumento dell’età nella quale si decide di avere un figlio . Spesso l’infertilità dipende dalla presenza contemporanea di cause femminili e maschili.

ESAMI DA FARE

Gli esami da fare per capire i motivi dell’infertilità femminile sono numerosi. Tra i più importanti l’Ecografia pelvica e il Monitoraggio dell’’ovulazione, l’Isterosalpingografia, la Isterosonosalpingografia, l’Isteroscopia, il Post coital test e la Laparoscopia, gli Esami ormonali.

Quasi tutti questi esami e tanti altri possono essere eseguiti nelle nostre strutture in tempi rapidi e spesso in una sola giornata da parte chi risiede lontano