• Quando e perchè si fa l'IUI

    infertilita femminile
    La IUI è utilizzata in tutti quei casi nei quali risulta difficile capire come mai una coppia non riesca a concepire un bambino e può essere eseguita durante un ciclo spontaneo o in seguito ad una lieve stimolazione farmacologica (stimolazione ovarica).
    Secondo le linee guida della legge 40/2004 la IUI è indicata nei casi di:

     Infertilità cervicale (anche di tipo immunologico spesso definita “incompatibilità di coppia”) - Sono tutti quei casi in cui il muco prodotto dalla cervice (ciclo cervicale) non è in grado di trasportare gli spermatozoi dalla vagina all'utero e spesso i casi di infertilità sono causati da alcune sostanze presenti nel muco (anticorpi) che uccidono gli spermatozoi.

    · Infertilità inspiegata - definisce l'incapacità della coppia di concepire, e quella del medico di spiegare perché. Le coppie con infertilità inspiegata possono talvolta concepire senza alcuna cura, ma per ridurre il tempo di attesa è possibile sottoporsi a una terapia combinata che stimola l’ovulazione e associando questo trattamento all’Inseminazione Intrauterina.

    · Infertilità andrologica lieve - Sono tutti quei casi che dipendono principalmente da alterazioni del liquido seminale, come la presenza di un numero ridotto di spermatozoi (oligospermia) o spermatozoi con ridotta capacità di movimento (astenospermia) e forma anomala (teratospermia)

    · Endometriosi I-II stadio

    · Ripetuti insuccessi di induzione della gravidanza con stimolazione dell'ovulazione e rapporti mirati

    · Patologie sessuali o coitali

    Quando la IUI è la prima strada da percorrere, si consiglia di effettuare almeno due-tre tentativi, prima di procedere con altri trattamenti di Fecondazione Assistita

    Perchè si fa:

    Per selezionare gli spermatozoi migliori e avvicinarli il più possibile al luogo naturale della fecondazione (la tuba) superando eventuali ostacoli a livello del collo uterino (o cervice).

    La fecondazione avviene nel corpo della donna, presumibilmente all'interno della porzione più esterna della tuba di Falloppio (regione ampollare), quella più vicina all'ovaio, dove gli spermatozoi iniettati nell'utero incontrano l'uovo (ovocita) emesso dall'ovaio.

Cure ovaio policistico

CURE OVAIO POLICISTICO

Le cure per l’Ovaio policistico o Sindrome dell’Ovaio policistico (PCOS) che noi utilizziamo sono tantissime ed hanno tre scopi :

-       Ottenere l’ovulazione  in chi non ovula

-       Migliorare la qualità degli ovociti

-       Migliorare la recettività dell’endometrio per l’impianto degli embrioni

-       Evitare la Sindrome da iperstimolazione

Per questo prima di impostare il tipo di terapia individuiamo con esami ed  analisi appropriate quale tipo di Ovaio policistico presenta la paziente , perché ve ne sono davvero tanti.  Anche in questi casi, perciò,  personalizziamo al massimo i trattamenti .

In genere diamo integratori e farmaci adatti a migliorare il funzionamento dell’ovaio e a rendere l’endometrio più recettivo. Unitamente ad una dieta opportuna (se necessaria) questi trattamenti ci consentono di ottenere spesso l’ovulazione spontanea.

Queste terapie di preparazione le usiamo anche per preparare la paziente alla stimolazione ovarica nel caso in cui non si riesca ad ottenere  l’ovulazione.

Specialmente se riscontriamo anche una resistenza all’insulina i nostri endocrinologi adattano tutte le terapie anche a questa condizione.

Talvolta non si riesce ad ottenere l’ovulazione con nessuno di questi metodi ed i questi rari casi eseguiamo un piccolo intervento sull’ovaio con tecniche mini invasive (Drilling ovarico)

che in genere ripristina l’ovulazione spontanea o migliora la risposta alla stimolazione.

Quando è necessario eseguire la FIVET-ICSI prepariamo protocolli molto particolari e monitoraggi estremamente attenti e personalizzati. Infatti  oltre al rischio  di iperstimolazione  c’è quello di una bassa qualità  degli ovociti e degli embrioni che si sviluppano nonchè di una scarsa recettività dell’endometrio per il loro impianto. Anche per questo abbiamo protocolli appositamente preparati e che mettiamo in atto sia prima che durante la stimolazione ovarica

Raccontaci il problema Ti aiutiamo a risolverlo